Close

Category:

Interior

Interior Lifestyle

Finalmente la casa nuova

Ebbene sì. Alla fine ce l’abbiamo fatta: dopo mesi di progetti, di scelte, di slittamenti sulla data di accesso, di battaglie per l’attivazione delle utenze, dopo il doppio trasloco e due mesi di permanenza in una casa provvisoria, in un quartiere che non era il nostro…. siamo finalmente entrati nella nostra nuova casa! Una casa tanto desiderata e sognata! Nata dall’esigenza di avere più spazio, visto che da due siamo passati a quattro nel giro di 9 mesi! Ma nata anche dalla voglia di creare uno spazio che ci rispecchiasse, che fosse funzionale, con decisioni ponderate sul tipo di arredamento e di gestione degli spazi. Alcune scelte sono state veloci, altre hanno richiesto qualche ragionamento in più. Tanti sono i compromessi ai quali bisogna scendere per esigenze strutturali, o perchè semplicemente la casa perfetta non esiste.
Ma quella che più si avvicina, quella dei nostri sogni, finalmente è realtà! Tanto c’è ancora da fare e pensare, ma abbiamo deciso di prenderci tempo, che prima di prendere alcune decisioni, vogliamo prima vivere la casa e capire come gestite gli spazi che abbiamo al meglio.
L’essenziale c’è e anche di più! Le altre cose arriveranno ne sono certa.
Intanto lo stress ha lasciato spazio alla felicità, al godersi le cose, a cambiare spesso la disposizioni di soprammobili e oggetti per trovare la composizione perfetta (so già che non la troverò mai e che continuerò a spostare le cose, ma sono fatta così, e poi è bello poter cambiare no?).
E quanta soddisfazione, nel guardare l’ambiente e dire: che bella che è casa nostra!
Cosa dite sono riuscita a ricreare il mood che vi avevo mostrato qui?
E quindi ora che sono più tranquilla e che ho finalmente una connessione internet a casa (siamo stati senza per più di un mese!) torno anche nel mio spazio qui sul blog.
Perchè avere uno spazio da curare, che sia fisico o virtuale, comporta tempo se lo si vuole fare bene. Come ha scritto la mia amica Patty nel suo blog  tempo fa, per preparare un post sul blog serve molto molto tempo. Dietro ad ogni singolo post, c’è un enorme impegno, non solo per scriverlo, ma anche per pensarlo, programmarlo, corredarlo di foto, magari anche scattate da soli.
Ecco qui il motivo del silenzio di questi mesi. Perchè io lo faccio anche sempre il mio calendario editoriale, ogni volta che mi viene in mente un argomento da proporre sul blog me lo appunto e lo inserisco nel mio calendario e nella mia lista, quando ho la folgorazione per un nuova rubrica la studio,  ma poi per poter produrre tutto ci vuole tempo. Sì TEMPO, quello che tutte noi vorremo avere di più, e che tra lavoro, famiglia, casa, la cura di noi stesse si esaurisce sempre velocemente. E come sempre le ore della giornata non bastano mai, e anche se ti programmi tutto al minuto, basta un semplice imprevisto per sconvolgere tutta la tabella di marcia.
Ma per me scrivere sul blog è un piacere prima di tutto, quindi ora che ho ritrovato la mia dimensione, assieme alla pace e alla tranquillità che mi ha regalato la casa nuova, posso tornare a scrivere nel mio angolino.