Siamo ancora in gennaio e anche se questo mese sembra non finire più, siamo ancora nel mese die buoni propositi e nel mese nei quali definire i propri obiettivi.

Sono sicura che più di una persona nella sua lista degli obiettivi abbia inserito una voce riguardante il lavoro e la propria carriera. Dove per carriera non intendo lo scalare i vertici aziendali per andare a ricoprire cariche dirigenziali. Per carriera intendo il proprio percorso lavorativo:

“La carriera è il percorso personale di un individuo nella vita professionale e quindi lavorativa.”

Insomma, sicuramente anche per il 2018 tra gli obiettivi più gettonati c’è il lavoro. Io stessa mi sono data qualche obiettivo in questo ambito e poco tempo fa ho letto un’interessante articolo che mi ha ispirata molto e così ho fatto anche io una lista di ciò che ritengo utile fare per migliorare la propria carriera e dunque il proprio percorso professionale, anche in vista di un possibile cambio di lavoro.

E’ importante sapere quali sono le nostre skill migliori, quello che ci riesce bene, ciò per cui siamo specializzati e per cui abbiamo un’attitudine. E’ su questo infatti che dobbiamo puntare per la crescita professionale.

Se è vero che dobbiamo prendere atto dei nostri punti di forza, è vero anche che bisogna sempre studiare per migliorarci, per specializzarsi e per rimanere al passo con i tempi. Iscriviamoci a un corso (online ce ne sono moltissimi anche gratuiti), partecipiamo a seminari e leggiamo tanto. Esistono davvero molte fonti autorevoli dalle quali prendere spunto e per restare sempre aggiornati su argomenti specializzati.

Qualcuno può pensare che lavorare da soli sia la cosa migliore. Ma non è affatto così. Il lavoro di squadra è quello che alla lunga porta i risultati migliori. La condivisione, essere interscambiabili o comunque avere qualcuno che posso sostituirci in alcune occasioni diventa fondamentale per portare a casa i risultati. Senza contare che gestire una squadra di persone è un’ottima referenza. Una delle migliori skill di un capo è proprio saper delegare… e per delegare ci vuole fiducia nella propria squadra.

Al giorno d’oggi, rimanere in contatto con molte persone offre migliori opportunità lavorative. Avete presente “conosco qualcuno che si occupa di x che potremo chiamare”. Insomma la referenza di una persona conosciuta è migliore di qualsiasi altra presentazione.

Sapete che LinkedIn (il social network impiegato principalmente nello sviluppo di contatti professionali e nella diffusione di contenuti specifici relativi il mercato del lavoro) sta diventando uno dei maggiori canali per la ricerca di profili specializzati? Ancora non siete iscritti? Fatelo subito, e se lo siete già curate meticolasamente il vostro profilo.

Abbiate sempre cura del vostro piano finanziario. Non si può mai sapere cosa ci riserva il futuro. E un buon piano finanziario abbinato a un buon piano di risparmio può aiutarci in un periodo di difficoltà. Che sia perché ci si tuffa in un lavoro in proprio, che si cambi lavoro con annesso periodo di prova (e quindi niente certezza sul futuro), sapere di avere qualche riserva, ci permetterà di prendere queste decisioni con un po’ più di sicurezza.

Tenete sempre aggiornato anche il vostro CV. Non si sa mai che il già citato network vi porga qualche possibilità per un cambio lavorativo. Non vorrete farvi prendere alla sprovvista quando vi chiederanno un curriculum vitae aggiornato. Ricordatevi che mediamente per creare un buon curriculum ci si impiega anche un’intera giornata. Sen contare che dovrete rileggerlo più volte per avere la certezza che non ci siano errori.

E allora… buon lavoro a tutti, in tutti i sensi!

Foto Say Yes To