Le prime tre settimane di maggio sono state abbastanza impegnative lavorativamente parlando, sia per me che per mio marito. Per trasferte fuori città prima sue e poi mie, abbiamo saltato diversi weekend tutti insieme noi quattro.

Così il primo weekend in cui eravamo in città entrambi, lo abbiamo dedicato solo ed esclusivamente alla famiglia. Dopo un sabato piovoso, ci siamo svegliati la domenica mattina con il sole e la voglio di stare all’aria aperta. Destinazione mare. Abbiamo la fortuna di avere il litorale veneziano vicino e con un’oretta di macchina siamo già in spiaggia.

Sono nata in montagna, ma ho sempre preferito il mare. E pur avendo imparato ad apprezzare la mia terra di origine e le sue maestose montagne che ti mettono in contatto con la natura, io adoro il mare. Riesce a rimettermi in pace con me stessa, riesco a staccare completamente e a riposarmi. La sensazione di pace, il suo profumo, osservare la distesa di acqua fino all’orizzonte riescono davvero a far sì che in un’istante mente e corpo ritrovino armonia. E anche poche ore in spiaggia sono per me un vero toccasana. Fortunatamente anche mio marito è come me, e anche i bimbi apprezzano la vita marittima, che siano le vacanze o una giornata, primavera ed estate.

Abbiamo trascorso delle belle ore in tranquillità, faceva caldo ma ancora un bel clima mite, tanto che eravamo comunque vestiti. I bimbi hanno giocato tanto con la sabbia, abbiamo passeggiato e cercato conchiglie. Abbiamo guardato il mare e lo abbiamo salutato dicendogli “a presto”.

Ma la cosa più importante è che abbiamo costruito ricordi, per noi, per i bambini e per la nostra famiglia.