Il verme, Elise Gravel, Salani Editore

Il mio istinto irrefrenabile di entrare in libreria e fare acquisti ha colpito ancora..ho comprato un altro libro!!

Ero da sola e mi sono lasciata ispirare da una copertina che raffigurava un simpatico vermiciattolo rosa..mi aspettavo una storiella simpatica ma sfogliandolo mi sono accorta che era tutta un’altra cosa.

Il libro,infatti,ha carattere scientifico e parla di questo animaletto strisciante proprio con il taglio di una piccola enciclopedia per bambini.

Si spiega che appartiene alla famiglia degli invertebrati, che non ha occhi, dove vive, quante tipologie di vermi  esistono ecc.ecc. la cosa più divertente sono gli interventi del protagonista.
Sì, proprio  così, se nella pagina di sinistra ci sono le nozioni scientifiche, in quella di destra il protagonista interviene facendo domande o battute simpatiche che rivolge al lettore.

Che risate si è fatto Mister G quando dopo aver letto che il verme non ha il cervello, abbiamo guardato la pagina a fianco e lo abbiamo visto frugare in una borsa esclamando: “Come sarebbe senza cervello? Eppure ero convinto di averne uno da qualche parte..”

Senza dubbio un libro piacevole, che unisce scienza e ilarità..passando

nozioni che risulterebbero noiose in un modo innovativo e che ai bambini piace tanto. Quanti di noi adesso e da piccoli ci sentivamo attratti da questi “piccoli animaletti disgustosi”? E quante volte li  abbiamo studiati a scuola impegnandoci a imparare parole difficili  come invertebrati,fotorecettori, tubo digerente ecc ecc? Leggendo questo simpatico libro ci si ricordano con facilità proprio grazie agli interventi comici dell’animaletto.

Con questo libro si danno risposte vere e fondate sull’anatomia ma si fanno anche quattro risate! Davvero un’idea geniale e un nome divertente per la collana “gli schifosetti”. Non vi sto a dire che mio figlio reclama a gran voce anche l’altro volume della collana: La mosca.

Provare per credere!!
Francy