Close

Tag:

contributor

  • Cucina Senza categoria

    Cosa cucino oggi per il mio bimbo? Pasta con il nasello

    Buongiorno ragazze!
    Oggi vi propongo un primo piatto, con il pesce. Giulia ultimamente è diventata un po’ diffidente nei confronti del pesce, siamo nella fase del : No mamma questo no! ( quanto le piacerà dirlo??), invece, se mescolato nel sugo di pomodoro (ne va matta) lo mangia più che volentieri!
    E’ una ricetta davvero facile e digeribile, e se non trovate il pesce fresco, potete tranquillamente utilizzare i filetti di merluzzo surgelati.
    Ingredienti:
    pasta (del formato che più piace al vostro bambino)
    un nasello piccolino
    olio extravergine di oliva
    sugo di pomodoro
    prezzemolo
    Lessare il nasello. Una volta cotto, lasciarlo raffreddare, quindi privarlo della lisca centrale e pulirlo da quelle più piccole. Cuocere la pasta e preparare il sugo di pomodoro. Scolare la pasta, condirla col sugo e versarvi il nasello fatto a pezzetti (potete anche tritarlo). Aggiungere un filo d’olio e del prezzemolo tritato.
    A tavola!!
    Nelle ricette non vi segnalo mai il sale, in quanto ognuno lo aggiunge nell’alimentazione dei propri figli quando crede sia giunto il momento. Io continuo a non salare l’acqua della pasta. Ma ne aggiungo un pizzico al sugo per dare giusto quel tocco di sapore in più.
    Vi auguro una buona giornata!
    Daniela
     
  • Senza categoria

    Primo colloquio alla scuola infanzia: emozioni di mamma

    Ieri io e il Marito avevamo il colloquio con le insegnanti di Mister G alla scuola infanzia. Il bigliettino con la comunicazione della data e dell’ora era arrivato già dalla scorsa settimana ed io era da quel giorno che pensavo a come sarebbe stato..

    ..Come sarebbe stato stare per la prima volta al di là di un tavolo ad ascoltare cosa dovevano dirmi. Lavorando da anni coi bambini, anche se più piccoli di Mister G, solitamente sono io a parlare coi genitori..non mi ero mai trovata ad essere Il Genitore e questo colloquio avrebbe sancito l’inizio della mia carriera da mamma di un bambino che ha appena iniziato il suo percorso scolastico.

    Con tutti questi pensieri sono andata a scuola..e mentre aspettavo il mio turno mi sono incantata girovagando per le aule..guardavo i disegni affissi, i lavoretti col pongo, con le tempere e con materiali di recupero.

    Mi sono immaginata le mani di mio figlio che lavoravano, cercavo in ogni foglio il suo nome, l’ho immaginato chiacchierare con i compagni, seduto sulle piccole sedie di legno. Ho visto i giocattoli, le costruzioni e gli appendiabiti contrassegnati dalle foto. Ho  respirato per un po’ la sua vita di tutti i giorni.

    Ho rivisto poi i nostri momenti mattutini, la preparazione della colazione, le chiacchiere e i racconti che si fanno prima di accompagnarlo alla fermata  dello scuolabus..insomma un turbinio di pensieri in pochi minuti. Mi sono resa conto che qualsiasi cosa mi avrebbero detto io sarei stata orgogliosa del mio ometto, di come ha superato gli iniziali periodi di alti e bassi, di quanto l’ho visto crescere in questi mesi, diventare sempre più autonomo e intraprendente.

    E poi..sì,la porta si è aperta e su quelle piccole sedie davanti ad un tavolo e alle insegnanti io e Il marito ci siamo seduti davvero..e abbiamo affrontato con soddisfazione la nostra prima prova colloquio.

    Momenti indimenticabili che fanno parte della bellissima vita della mamma, dei genitori..Ogni giorno, ogni periodo emozioni nuove.

    E voi, come affrontate i colloqui con gli insegnanti?

    Francy